L’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA) per mezzo della deliberazione 661/2018 del 11 dicembre 2018 denominata RQCT (Regolazione della Qualità Commerciale del servizio di Teleriscaldamento e Teleraffrescamento) ha introdotto degli standard generali e specifici della qualità commerciale che gli esercenti del servizio di teleriscaldamento sono tenuti a rispettare.

Che cosa sono

Si definisce standard generale di qualità il livello di qualità riferito al complesso delle prestazioni da garantire agli utenti, mentre si definisce standard specifico di qualità il livello di qualità riferito alla singola prestazione da garantire al singolo utente.

Quali sono

Di seguito si riportano gli standard specifici e generali di qualità commerciale, come da articolo 22 e 23 dell’RQCT.

Grado di rispetto degli standard - anno 2020

 

Standard specifici di qualità commerciale

Indicatore Livello specifico
Tempo massimo di esecuzione di lavori semplici, di cui all’art. 8 15 giorni lavorativi
Termine ultimo per l’esecuzione di lavori complessi, di cui all’art. 9 Entro la data indicata dall’esercente nel preventivo
Tempo massimo di attivazione della fornitura, di cui all’art. 10 7 giorni lavorativi
Tempo massimo di riattivazione della fornitura in seguito a sospensione per morosità, di cui all’art. 11 2 giorni feriali
Tempo massimo di disattivazine della fornitura si richiesta dell’utente, di cui all’art. 12 5 giorni lavorativi
Tempo massimo di risposta motivata a reclami scritti, di cui all’art. 15 30 giorni solari

 

Standard generali di qualità commerciale

Indicatore Livello generale
Percentuale minima di preventivazione per lavori semplici, di cui all’art. 7, messi a disposizione entro il tempo massimo di dieci (10) giorni lavorativi dalla relativa richiesta 90 %
Percentuale minima di preventivazione per lavori complessi, di cui all’art. 7, messi a disposizione entro il tempo massimo di trenta (30) giorni lavorativi dalla relativa richiesta 90 %
Percentuale minima di rispetto della fascia di disponibilità per gli appuntamenti di due (2) ore, di cui all’art. 14 90 %
Percentuale minima di risposte a richieste scritte di informazioni, di cui all’art. 16, inviate entro il tempo massimo di trenta (30) giorni solari dalla relativa richiesta 90 %

 

Indennizzi

In accordo con l’art. 27 dell’RQCT, in caso di mancato rispetto degli standard specifici di qualità definiti all’art. 22, l’esercente corrisponde all’utente, in occasione del primo documento di fatturazione utile, un indennizzo automatico base pari a:

  • trenta (30) euro, nel caso di risposta motivata a reclamo scritto di un utente di minori e di medie dimensioni e per gli altri standard specifici di qualità commerciale, di cui all’art. 22, per prestazioni richieste da utenti di minori dimensioni;

  • settanta (70) euro, per prestazioni, diverse dalla risposta motivata a reclamo scritto dell’utente, richieste da utenti di medie dimensioni.

RITATDO DELL'ESECUZIONE DELLA PRESTAZIONE MAGGIORAZIONE DELL'INDENNIZZO AUTOMATICO BASE
Entro un tempo doppio rispetto allo standard -
Oltre un tempo doppio ma entro un tempo triplo rispetto allo standard Raddoppia
Oltre un tempo triplo rispetto allo standard Triplica

Gli indennizzi relativi al termine ultimo di esecuzione di lavori complessi non sono soggetti a maggiorazione dell'indennizzo automatico base

Gli utenti di minori dimensioni corrispondono a quelli aventi una potenza contrattualizzata o convenzionale non superiore a 50 kW. Gli utenti di medie dimensioni sono quelli aventi una potenza contrattualizzata o convenzionale compresa tra 50 e 350 kW. Gli utenti di maggiori dimensioni sono quelli aventi una potenza contrattualizzata o convenzionale superiore a 350 kW.

La potenza convenzionale è riportata in fattura a partire da Luglio 2019.